Casale Pundarika-Riparbella (PI)-Tuscany-Italy

Capanna Sudatoria – Alchimia del Fuoco – 25 Febbraio 2018

Contattaci per fare la tua prenotazione!

Nome (obbligatorio)

Indirizzo email (obbligatorio)

Numero di telefono (obbligatorio)

Numero di persone

Lascia un messaggio

Capanna Sudatoria – Alchimia del Fuoco – 25 Febbraio 2018

Introduzione

Chi conduce

Informazioni e prezzi

Capanna Sudatoria – Alchimia del Fuoco

Organizzato da Eva e Matteo del’ Progetto U-Mano Verso una nuova percezione di Sé

Ci uniremo in questa antica pratica per riconoscere e connettersi al potere del Fuoco Interiore che dimora in ognuno di noi. Osserveremo pensieri ed emozioni che ostacolano il quieto vivere all’interno della vita quotidiana trasformando le paure ed incertezze in coraggio e fiducia. Purificheremo il corpo attraverso il sudore andando ad espellere tutte le tossine che appesantiscono e danneggiano lo stato fisico. Ci connetteremo con le quattro forze elementali, Terra, Aria, Acqua e Fuoco, mediteremo con esse e le Risveglieremo all’interno di ognuno di noi. Celebreremo con canti ed offerte le Forze Cosmiche della Creazione e ci lasceremo guidare da esse in questo viaggio di ritorno a Sé stessi.

Il Fuoco è Medicina, il più potente farmaco da somministrare alla nostra personalità. Non cura i sintomi ma la radice, parte dalle profondità per avvolgere tutti gli stati inferiori e superiori, non lascia via di scampo ad invasori e menzogna e ci rigenera puliti e purificati così come in Essenza siamo.
Quando l’Essere è sveglio ed attivo il Fuoco è acceso, la mente e calma, le emozioni lipide e il corpo e fertile.
Quando l’Essere e addormentato e passivo il Fuoco è spento, la mente confusa, le emozione torbide e il corpo è sterile.

La Via del Fuoco è un Lavoro di Presenza, di Autovisione di Sé, richiede un attività cosciente e costante, la priorità per un ricercatore serio e determinato e quella di dare energia al Fuoco e non hai vecchi schemi di condizionamento.

MATTEO BIANCIARDI, ricercatore e praticante nel campo dell’Esoterismo dello Sciamanesimo. Intraprende nel 2000 un percorso di crescita personale grazie all’incontro con uno sciamano messicano, con il quale trascorre quattro anni di esperienze pratiche apprendendo le principali tecniche appartenenti all’antica saggezza tolteca. Successivamente si dedica all’Arte come mezzo di espressione della creatività dell’Essere, partecipando a corsi di formazione nel ramo della musicoterapia e utilizzo del corpo e della voce, specializzandosi nella rivisitazione e l’utilizzo degli antichi rituali tribali (celebrazione di canti e danze) come strumento per la conoscenza di Sé.
Attualmente approfondisce la sua esperienza di Vita dedicandosi alla ricerca e sperimentazione di nuovi modelli di espressione, comunicazione empatica e teatroterapia.

COSE DA PORTARE:
Portare telo (tipo pareo), asciugamano grande o accappatoio, ciabatte, costume, qualcosa da condividere per il pranzo, della frutta da mangiare al mattino (si entra in capanna leggeri)…chi lo desidera può portare il suo strumento.

CONTRIBUTO:
50€
PER MAGGIORI INFO:
Eva 329 8013190
Daniela 3779854016 o 3479543057

DESCRIZIONE DELLA PRATICA:
Ci troveremo domenica il 25 Febbraio mattina alle ore 10.00 per accendere insieme il Fuoco e porre in lui le Pietre caricandole dei nostri intenti.
Sosterremo il Fuoco nel suo Lavoro alchemico, raccoglieremo offerte da porre sull’altare di preghiera.
Entreremo in Capanna ed ogni porta sarà legata alle quattro fasi del processo alchemico interiore, opera al nero, opera al bianco, opera al giallo, opera al rosso, che sono connesse ai quattro elementi, terra, acqua, aria, fuoco.
Al termine della Capanna condivideremo un pranzo per il quale ognuno prepara qualcosa di fresco e leggero da condividere.